Onde EM e rimedi omeopatici o floriterapici

Onde elettromagnetiche (WiFi, cellulari, ecc.) e rimedi omeopatici o floriterapici

Chi dovesse far uso di prodotti omeopatici, floriterapici (Fiori di Bach, Bush Flowers) o altri prodotti che si basano su principi “vibrazionali”, di memoria dell’acqua o altre sinergie naturopatiche deve avere l’accortezza di “proteggere” tali prodotti dai possibili effetti negativi derivanti dalla loro esposizione a campi elettrici, magnetici o elettromagnetici.

E’ da evitare quindi di esporli a fonti di campi elettrici o magnetici (elettrodomestici elettrici in funzione, televisori, computer, trasformatori o alimentatori elettrici, forni a microonde, ecc.). Ma soprattutto è importante tenerli lontani da apparecchiature emittenti campi elettromagnetici, come cellulari, WiFi, router, tablet, ecc.

Il sito americano “4EHS” (www.4ehsbyehs.com), specializzato nella produzione e distribuzione di prodotti schermanti e protettivi dalle onde elettromagnetiche, ha addirittura proposto dei piccoli sacchetti (minibags) di stoffa schermante per custodire medicinali, prodotti omeopatici o integratori alimentari dagli possibili effetti negativi delle onde elettromagnetiche (EMF) e, più in generale, dell’elettrosmog.

Protezione RF per bottiglie

Esempio di contenitore protettivo

Sinceramente, pur apprezzando e condividendo il consiglio, forse basta limitarsi a:

  • NON mettere flaconcini di medicinali, rimedi omeopatici o floriterapeutici in prossimità di cellulari o altre fonti elettromagnetiche;
  • avvolgerli, per il trasporto o la custodia, in un paio giri di carta stagnola per alimenti.

Ecco la soluzione proposta da una naturopata di fiducia con la quale collaboro (www.lorena-bonato-naturopata.it):

20150613_170535 20150613_170853

FacebookTwitterGoogle+LinkedInCondividi